GRANDI NOTIZIE! Abbiamo raccolto finanziamenti per 30 milioni di dollari.

Clicca qui per saperne di più

Guida alle commissioni OTA

La nascita delle agenzie di viaggio online ha cambiato le abitudini dei viaggiatori. Ora quasi il 70% delle prenotazioni di alloggi online avviene tramite OTA. Queste piattaforme permettono ai proprietari di offrire l'affitto di una camera d'albergo, di un appartamento o di un gîte. In cambio, una commissione viene addebitata al locatore e in alcuni casi al viaggiatore. Queste tariffe di servizio contribuiscono al finanziamento di piattaforme che offrono diversi strumenti e servizi ai proprietari. Questo articolo vi aiuta a capire meglio l'amministrazione delle spese di servizio.


Commissioni, istruzioni per l'uso

Quando un viaggiatore prenota un alloggio tramite un OTA, il proprietario deve pagare una somma di denaro alla piattaforma. Alcune agenzie decidono di dividere questo importo tra il proprietario e il viaggiatore. Questa commissione corrisponde ad una percentuale dell'importo della prenotazione. Ogni agenzia di viaggi online stabilisce la propria tariffa.


Queste tasse di servizio, che vengono riscosse ad ogni prenotazione, contribuiscono a finanziare i servizi offerti dagli OTA ai proprietari. Infatti, le piattaforme sono responsabili della gestione di tutti gli annunci online, dalla pubblicazione al processo di prenotazione, il proprietario deve solo fornire i contenuti. Gli annunci sono tradotti in diverse lingue per raggiungere una vasta comunità di viaggiatori in tutto il mondo. Le prenotazioni vengono elaborate automaticamente dalla conferma al pagamento secondo le impostazioni del proprietario. Allo stesso tempo, un servizio di assistenza è disponibile 24 ore su 24 sia per i proprietari che per i viaggiatori. I team hanno anche il compito di verificare l'affidabilità dei commenti, elemento che svolge un ruolo importante nella valutazione elettronica di un'istituzione.


Confronto delle commissioni tra i principali OTA

Airbnb ha recentemente aggiornato la sua politica di tariffazione dei servizi. Inizialmente, questi costi sono stati ripartiti tra il proprietario e il viaggiatore. D'ora in poi, la piattaforma offre all'albergatore la possibilità di scegliere. Egli stesso può decidere di sostenere l'intero costo del servizio, ovvero il 14% dell'importo della prenotazione. Oppure può scegliere di condividere la commissione con il viaggiatore, nel qual caso la commissione è del 3%.


Per quanto riguarda la piattaforma di prenotazione Booking, i costi del servizio sono a carico solo dei proprietari. La percentuale varia tra il 15% e il 17% a seconda della città in cui si trova il noleggio.


Infine, il modello allestito da Expedia si ispira a quello di Booking. L'agenzia di viaggi online addebiterà al proprietario una commissione del 15% dell'importo della prenotazione. Tuttavia, in alcuni casi le tasse possono raggiungere il 20%. Se la struttura è prenotata in un pacchetto (trasporto + alloggio), il proprietario deve pagare una commissione del 20% alla piattaforma. Infatti, questo sistema di offerta permette al proprietario di ottenere visibilità, il suo stabilimento viene proposto. Ecco perché i costi del servizio sono più alti.


Consigli per limitare le commissioni

Con i viaggiatori sempre più collegati, gli OTA sono diventati strumenti indispensabili per i proprietari di B&B, hotel e pensioni. Tuttavia, poiché le commissioni vengono prese da ogni prenotazione, il costo totale del servizio è piuttosto elevato per i proprietari. Per questo motivo, si raccomanda di non dipendere interamente dalle agenzie online. Gli OTA dovrebbero essere visti come un canale di acquisizione per attirare nuovi clienti.


Per limitare l'importo delle commissioni, si raccomanda agli albergatori e ai proprietari di gîte di avere un proprio sito web. Infatti, più della metà dei viaggiatori che trovano una struttura su un OTA visiteranno il suo sito web. I viaggiatori dovrebbero quindi essere incoraggiati a prenotare online. Grazie a un sito reattivo (che si adatta a tutti i media) con un motore di prenotazione integrato, i viaggiatori possono prenotare in pochi click dal loro computer, tablet o smartphone. Amenitiz vi offre questo servizio in un'offerta che combina la creazione del sito web, l'implementazione di un motore di prenotazione e l'installazione di un channel manager per gestire tutte le prenotazioni provenienti dai diversi canali. Non esitate a chiedere una dimostrazione gratuita della nostra soluzione compilando il modulo sottostante:


[INSERIRE IL MODULO DI CONTATTO NON TRADURRE]


Su ogni prenotazione effettuata, le agenzie di viaggio online addebitano una commissione per coprire i costi associati ai servizi offerti ai proprietari. A lungo termine, l'importo del costo del servizio può essere considerevole per i proprietari che ricevono la maggior parte delle prenotazioni tramite OTA. Per questo motivo si consiglia di utilizzare queste piattaforme oltre a un sito web dove il viaggiatore può semplicemente prenotare. Un OTA dovrebbe essere visto come uno strumento per acquisire nuovi clienti e generare traffico sul sito web dell'istituto.



Orange background with text How to create a hotel website which converts visitors into guests?
Guide for independent hotels
Come creare un sito alberghiero che converta visitatori in ospiti?
Guida agli hotel indipendenti
Amenitiz-Icon-White
Orange background with text How to create a hotel website which converts visitors into guests?
Guide for independent hotels
Aumenta le prenotazioni dirette del tuo hotel
Riprendete il controllo sulle vostre prenotazioni